La direttrice

Nina Jori Pedersen
  • Facebook Social Icon
  • YouTube Social  Icon
  • Instagram Social Icon

 

Cantante e songwriter norvegese con base a Roma. La sua carriera inizia come solista nel coro del suo paese. La sua lunga esperienza e passione per il coro come dimensione e l'arrangiamento corale come espressione musicale la seguono fino in Italia, dove nel 2001 fonda "Il Laboratorio Corale Romano" che poi si trasforma in "ConCorde" nel 2011.

__________

I suoi profondi legami alla terra d’origine, e la sua vocalità tipicamente nordica,

le portano ad approfondire ed avvicinarsi sia alla musica tradizionale scandinava che a quel jazz che oggi si definisce come il “jazz nordico”.

Ama mischiare la tradizione con il moderno, come ha fatto nel suo primo disco “Songs From The Top Of The World” (Alfa Music) uscito nel 2011. 

Un disco interamente dedicato alla musica della Norvegia che viene accolto con grande entusiasmo dai critici e dal pubblico italiano. Il disco infatti, riesce nel suo intento di creare un nuovo sound ed una nuova veste per un repertorio antico.

 

_________


Queste sue ricerche sulla musica del Nord Europa  continuano nel progetto “Northern Lines”, dove porta la tradizione fino ai giorni d’oggi, ai compositori contemporanei, nonché protagonisti della scena jazz nordica.

 

_________

 


Contemporaneamente porta avanti la sua passione per la composizione e songwriting.
Nel 2014 esce per l’etichetta norvegese Sweet Morning Music, “So Far So Good”, il suo primo lavoro  discografico da cantautrice jazz.

Con questo “debutto” norvegese, inizia un intensa attività concertistica nel
suo paese d’origine, esibendosi con il suo trio italiano in vari jazz-club, festival e trasmissioni radiofoniche .
Inizia anche la fruttuosa collaborazione con l’orchestra “Hardanger Big Band” che la vede protagonista in una serie di concerti con la presentazione di composizioni firmati Pedersen, arrangiati per big band da Jens Wendelboe, noto arrangiatore e musicista norvegese.

 

 

__________

 


Nell’autunno 2017 arriva il suo secondo album da cantautrice, “Eyes Wide Open”.
Con una distribuzione mondiale, esce per la prestigiosa etichetta norvegese “Losen Records”.

 

__________


Si esibisce con i suoi progetti in prestigiosi festival e rassegne sia italiane che estere, quali:
Valladolid Jazz Festival (Spagna), Ni-Ca Jazz Festival (Spagna), Profumo di Jazz, Oslo Jazz Festival (Norvegia) Peperoncino Jazz Festival, Garbatella Jazz Festival, Jazz al Popolo, Alatri Jazz festival, Saxophobia, Tolfa Jazz, Jazz & Image, Villa
Celimontana, Siena Jazz, Festa della Liberazione, Festival delle Nazioni, Spirit of Norway, Fregene Jazz Festival, Roma Jazz Festival, Jazz all’Argentario.


Ha inoltre al suo attivo un disco con il gruppo trip-hop Mata Hari, scelto come colonna sonora per il film “Ultimo Stadio” del regista Ivano de Matteo, e collabora con il compositore Fabio Liberatori (vincitore di vari premi per musiche da film, di cui il “David di Donatello”) in qualità di cantante ed autrice dei testi.
La loro “Wisdom is a Flower” viene scelta come colonna sonora del film “Un attimo sospesi” dal regista Peter Marcias.


Cantante solista dell’orchestra swing “Moonlight Big Band”.



Attiva da decenni sul piano didattico. Docente di canto jazz a livello accademico presso la Saint Louis College of Music.